Vini Rossi da uve Nebbiolo Ci sono 6 prodotti

Sua Maestà il Nebbiolo, il vino rosso italiano più importante e rappresentativo della viticultura italiana. L'origine del vitigno è il Piemonte ed è diffuso in tutta le regione con denominazioni diverse. E' un vino rosso longevo che arriva, dopo 3-4 anni di invecchiamento a produrre Barolo e Barbaresco.

Sottocategorie

Diego Conterno - Monforte

Diego Conterno - Monforte, nel 2000 decide di mettersi in proprio e di produrre nella zona più vocata delle Langhe Monforte d'Alba (provengono i Baroli più longevi e strutturati) i suoi vini. Lavora 7,5 ettari di vigneto con una produzione di 40.000 bottiglie. 

Castello di Verduno - Piemonte

Il Castello di Verduno lavora su 10 ettari per una produzione di 68.000 bottiglie. Il meglio è rappresentato da Barolo e Barbaresco, tra cui il suo cru Rabajà è tra i miei preferiti. Una chicca per gli amanti dei vini rossi autoctoni il Pelaverga di cui ottiene anche uno spumante metodo classico.

Katia Sebastiani - Ghemme

Katia Sebastiani è un piccolo produttore della zona Ghemme. Ghemme significa Nebbiolo quindi il principe di tutti i vitigni italiani. Come altre zone del Piemonte, a Ghemme si produce nebbiolo sotto la denominazione della zona (Gattinara, Carema e Boca le altre), grandi eccellenze anche al di fuori delle Langhe. 

Travaglini e il Gattinara nebbiolo

La famiglia possiede quasi la metà dei terreni designati dalla docg Gattinara, quindi Travaglini è identificato come il riferimento di tutta la produzione del nebbiolo Gattinara docg. Vini allo stesso livello del Barolo, da provare per gli amanti del vino rosso italiano.

Virna Borgogno vini

Virna Borgogno lavora nel comune di Barolo i suoi 12 ettari di vigneto. Tra i cru del Barolo spicca il Sarmassa e il Cannubi Boschis. La gamma include tutti i principali vini delle Langhe dolcetto, barbera e nebbiolo. Giovane produttore che offre una gamma di vini interessanti ed economici.

Valtellina: Il Nebbiolo nelle Alpi

La Lombardia possiede in Valtellina vigneti nelle Alpi in cui si coltiva da sempre il Nebbiolo. Le tre zone tipiche di produzione del nebbiolo sono Sassella, Inferno e Grumello da cui si ricavano vini buonissimi.

Orlando Abrigo - Barbaresco

Orlando Abrigo lavora su 20 ettari (per un totale di 80.000 bottiglie di produzione annua) nella zona del Barbaresco Treiso. Negli ultimi anni ha inziato ad avere i riconoscimenti che merita dopo anni di duro lavoro.

Erpacrife - Spumanti

Erpacrife sono stati tra i primi a fare uno spumante metodo classico con il nebbiolo. Le uve vengono raccolte precocemente per mantenere acidità e poi ci pensa questa uva straordinaria a completare l'opera. La struttura del vino è moderata nello spumante, ma rimante la frutta e l'eleganza.

Roccia Rossa vino Bramaterra

Roccia Rossa coltiva 5 ettari di vigneto ai piedi del Monte Rosa nella provincia di Biella Piemonte. Le Doc sono Bramaterra e Coste della Sesia e l'uva di riferimento è il Nebbiolo. Le altre uve sono vespolina e Croatina.

Visualizzando 1 - 6 di 6 oggetti